.:
Aeroporto, Attualità, Blog, Cultura, Gossip, Politica, Turismo

GEMELLAGGIO CON PENDIK VISITA IN TURCHIA DELLA DELEGAZIONE CIAMPINESE

Ci siamo, puntata seconda. Dal 9 al 14 ottobre scorso la delegazione ciampinese, composta dal sindaco Simone Lupi, dal presidente del consiglio comunale, da due membri di maggioranza e due di minoranza, si è recata in Turchia per visitare la città di Pendik.

Lo scorso settembre erano stati i rappresentanti della città turca a visitare Ciampino e avviare così la prima tappa del percorso che porta a stipulare un accordo di reciproco scambio tra due città geograficamente lontane ma che presentano comunque molte analogie.

La presenza di un aeroporto, secondo scalo per importanza dopo quello di Istanbul e il traffico sono solo due degli aspetti che ci accomunano a questa città della Tracia orientale.

La delegazione ciampinese è stata accolta in terra turca con tutti gli onori del caso. Un trattamento di tutto rispetto quello ricevuto, volto a far toccare con mano una realtà che, per molti aspetti, si presenta all’avanguardia rispetto a quello che erroneamente può essere il comune pensiero.

Questo gemellaggio è stato reso possibile grazie al ruolo determinante svolto dall’Istituto Tevere che è un centro pro-dialogo tra la cultura turca e quella italiana e il cui intervento ha facilitato molto l’approccio diretto con Pendik. Uno dei membri di questa struttura ha difatti accompagnato la delegazione ciampinese in Turchia svolgendo il ruolo di mediatore. Quando si fanno progetti internazionali è molto importante avere queste persone che fungono da gancio e fanno da referenti. Durante questo viaggio la rappresentanza dell’amministrazione ciampinese ha avuto la possibilità di conoscere le realtà municipali di Pendik, che è un comune molto più grande di quello di Ciampino poiché supera i 600 mila abitanti ma, come spiegato in precedenza, presenta molte analogie con la cittadina a sud di Roma; tra cui anche problematiche legate all’intenso traffico aeroportuale. La delegazione italiana ha visitato molti centri che operano nel campo del sociale, come quello relativo a una mensa per gli indigenti dove si producono circa 600 pasti al giorno che vengono consegnati ad altrettante famiglie indigenti. La rappresentanza ciampinese ha visitato un centro dove si accumulano materiali donati, pressocchè nuovi, che si chiama “Second Life” e dove le famiglie più disagiate possono recarsi per reperire i beni più vari come scarpe, abiti, materassi, biciclette, lavatrici. Una sorta di magazzino quindi in cui tutto risulta ordinato per taglie e tipologia. Il Comune svolge pertanto un importante ruolo di smistamento per aiutare le famiglie in difficoltà. La delegazione è stata accompagnata anche a visitare una casa protetta di nuova costruzione che sarebbe stata inaugurata appena una settimana dopo la loro visita, e che è stata creata per ospitare madri sole con i propri figli: un edificio di sette piani con trenta abitazioni interne e spazi comuni per studiare e per socializzare. I rappresentanti di Ciampino hanno visitato inoltre il centro culturale di Pendik dove vengono svolte attività espositive e di altro genere. Si è visitato anche il centro per la ceramica, un centro di formazione per ragazze alle quali si insegna quest’arte creativa. Un’altra tappa della delegazione è stata quella presso il centro dove si producono i tappeti, un’altra struttura di formazione del municipio dove si insegna la tecnica per produrre tappeti, sia di lana che di seta. Il giorno dopo l’arrivo della delegazione ciampinese, il 10 ottobre quindi, si è svolta l’inaugurazione ufficiale nel corso della quale è stata firmata la bozza di gemellaggio. Adesso questa andrà sottoposta ai rispettivi organi deputati ad approvarla in via definitiva; per quanto riguarda Ciampino il Consiglio comunale e successivamente andrà inviata, come prevede la legge, al Ministero degli Uffici Esteri. Durante questo viaggio la delegazione ciampinese ha trovato un Paese in forte espansione; in cui il prodotto interno lordo cresce intorno all’8%annuo e una realtà molto dinamica. Gente molto puntuale, seria e precisa. I delegati ciampinesi sono stati ospitati da famiglie turche e hanno avuto modo di cenare con loro, conoscere da vicino le loro tradizioni. Uno dei delegati turchi che era stato in visita a Ciampino si è sposato in quei giorni e ha invitato la delegazione ciampinese al suo matrimonio in cui il sindaco Lupi è stato anche testimone insieme al sindaco di Pendik.

Gli ospiti italiani sono stati trattati benissimo, come del resto è stato riconosciuto anche a loro durante il viaggio in Italia della delegazione turca, attraverso una lettera ufficiale del sindaco turco S.Kenan Şahİn. La lettera riporta le impressioni positive che la delegazione turca ha ricevuto della sua visita a Ciampino. Quello che si augura adesso è che, nel momento in cui il protocollo d’intesa sarà approvato, il gemellaggio possa entrare in vigore già dal prossimo anno. Questa operazione rappresenterà occasioni di sviluppo e conoscenze reciproche tra paesi lontani. Magari un domani non troppo lontano i ragazzi delle scuole ciampinesi potranno andare in visita in Turchia e conoscere da vicino una realtà che per alcuni aspetti sembra avere qualcosa da insegnarci.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: