.:
Uncategorized

TELECAMERE A CIAMPINO: IN ATTO FASE SPERIMENTALE SISTEMI DI SICUREZZA COLLEGATI ALLA POLIZIA LOCALE

E’ recentemente tornato in primo piano a Ciampino il problema della Sicurezza e la relativa riattivazione e implementazione di telecamere di videosorveglianza. Nella fase sperimentale, quella in atto, sono già attive 12 telecamere.  Sperimentale per una serie di motivi, principalmente perchè si sta cercando di capire il funzionamento e il posizionamento corretto qual è. L’amministrazione comunale dovrà a breve decidere quante e dove montare altre telecamere.  Tutte le telecamere che rientrano in questa fase di sperimentazione sono collegate alla centrale della Polizia locale e registrano anche a diversi giorni, non sono monitorate 24 ore su 24 però, qualsiasi cosa accada, anche a giorni di distanza, si può cercare un riscontro; la Polizia Locale è preposta al controllo di eventuali verifiche in remoto. Gli apparecchi di sorveglianza impattati nel progetto sono tutti di alta qualità. La Polizia locale sul territorio ciampinese lavora sempre congiuntamente  con la tenenza dei Carabinieri, la Finanza, la Polizia di Marino e Albano. Questa costante sinergia e collaborazione tra Forze consente che la sperimentazione di queste telecamere  possa essere utilizzata anche in casi di Polizia giudiziaria dove c’è da monitorare il passaggio di mezzi e persone. L’Amministrazione comunale ha invitato i negozianti e i condomini che lo ritenessero opportuno, soprattutto se posizionati in luoghi strategici, a comprare un sistema di video sorveglianza, l’amministrazione comunale si fa carico del software. In parole povere: il commerciante compra la telecamera, poi al collegamento ci pensa l’Amministrazione comunale e la Polizia locale lo gestisce, ossia collega le telecamere alla centrale operativa e in più, sempre gratuitamente, vengono collegate con l’allarme del 112 e se si verifica un evento, parte una pattuglia per recarsi sul posto. Ci sono alcuni privati che hanno già aderito, come anche alcuni commercianti, acquistando telecamere ad alta definizione, in grado di rilevare chiaramenti volti e targhe.  L’invito è rivolto solo a chi monta questo tipo di telecamere anche rivolte all’esterno.Carlo Verini

Abbiamo incontrato il vice sindaco di Ciampino, Carlo Verini, e gli abbiamo posto qualche domanda relativamente a questo delicato argomento:

Pare siano aumentati furti e atti vandalici in questi ultimi mesi. Si può parlare di una Ciampino meno sicura?

“I controlli della Polizia Locale sono quotidiani per ottenere risultati positivi nel medio lungo periodo; contrastare in primis il fenomeno dei furti e scippi e delle rapine nelle attività commerciali, e, poi, informare i più anziani sulle truffe in materia di raggiri nei confronri delle fasce più deboli, ect. Questo e molto altro ancora rientra nelle attività di controllo che gli agenti della Polizia svolgono quotidianamente. Tutto ciò, alla luce della posizione geografica della nostra Città, collocata a metà tra Roma e i Castelli; secondo alcuni dati della Polizia Locale, infatti, oltre l’80% degli interventi sono relativi ad individui non residenti a Ciampino. È per questo che le attività della Polizia Locale vengono svolte costantemente sul nostro territorio in stretta collaborazione con le altre forze di polizia. Una città come Ciampino, dunque, sarebbe difficile in queste condizioni gestire da soli”

Relativamente al posizionamento di telecamere sul territorio comunale per ora in fase sperimentale, cosa auspica l’Amministrazione comunale?

“Da tempo ormai sono state ripristinate le telecamere presenti presso il parco Aldo Moro ed in altri punti della città e a breve ne veranno montate altre 24”.

Quali proposte intende portare avanti l’Amministrazione comunale in merito al tema della Sicurezza?

 

“Nel corso dell’incontro con un gruppo spontaneo di cittadini avvenuto nei giorni scorsi in Municipio, il sottoscritto, alla presenza del Comandante della Polizia Locale, Roberto Antonelli, e del Comandante della Tenenza dei Carabinieri di Ciampino, Antonio Blaconà, ha preso in considerazione la proposta di installare a costo zero una rete di telecamere posizionate nelle attività commerciali e nei condomini e collegarle col Comando, situato nel Parco Aldo Moro di Ciampino, per sorvegliare da vicino le strade di Ciampino. Chiederemo, infine, non solo  che venga chiusa la strada di accesso al campo nomadi  “La Barbuta” da via di Ciampino, di fronte alla sorgente Appia, così da lasciare attivo il collegamento verso Roma soltanto attraverso il sottopasso del Grande Raccordo Anulare, ma che sia ristabilito il presidio fisso di sorveglianza all’entrata e uscita del campo nomadi.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: